English

  E-mail

Scarica gratis la guida di Pompei Sepolta, comoda da consultare, da stampare e portare con sé durante la visita - Italiano/Inglese

 

 

Libri, cd-rom, cd-audio, dvd, vhs.

In collaborazione con

 


Previsioni meteo

 


 

Regio II

Villa e Terme di Giulia Felice

 

La dimora fu scavata nel secolo XVIII e riportata alla luce negli anni 1952 – 1953. E’ munita di un  vasto ed elegante giardino con portico retto da pilastri di marmo. 

 

Al centro si apriva il triclinium estivo con letti di marmo ed una fontana a cascata. Per un secondo ingresso si accedeva al bagno (balneum) che, come si apprende da un annuncio alla porta, era dato in affitto assieme ad una parte dell’abitazione: “Da Giulia  Felice,  figlia di Spurio, si fittano a gente perbene un bagno elegante, degno di Venere, botteghe con abitazioni soprastanti ed ammezzati dal primo agosto prossimo. 

 

Alla fine del quinquennio la locazione scadrà”. Evidentemente Giulia, di nobile e ricca famiglia, non esitò a subaffittare parte della casa per rifarsi delle spese compiute per i restauri dell’edificio dopo il terremoto del 62 d.C. Un dipinto con Apollo e le Muse è esposto oggi al Louvre, mentre gli altri dipinti sono al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

 

Casa di Loreius Tiburtinus | Casa di Venere in Conchiglia

Villa e Terme di Giulia Felice | Anfiteatro

Palestra Grande | Necropoli di Porta Nocera

Newsletter

Viaggi Italiani

 

E-mail

Iscriviti

Cancellati

 


Corsi on line

 



Powered by